Tonache di sangue. Assassini, sicari e briganti del clero raccoglie trentasei casi di cronaca nera che hanno come protagonista il clero. Suddiviso in sette sezioni – sicari, iracondi, lussuriosi, pluriomicidi, banditi, avari e blasfemi – il volume narra eventi delittuosi svoltisi fra Cinquecento e Novecento, che hanno coinvolto preti, monaci, abati e badesse disposti a uccidere per cupidigia, lussuria o semplice follia: dal sicario frate Donato di Milano che attentò la vita di Carlo Borromeo, alle atmosfere torbide del monastero di Sant’Ambrogio di Roma nel quale operò un’assassina seriale; da «papa» Ciro il brigante di Taranto, a fra’ Diego la Mattina di Palermo che uccise un inquisitore. Con stile coinvolgente e suggestivo, l’autore trae da fatti di cronaca e archivi dell’epoca episodi rimasti celati alla Storia ufficiale, al fine di evitare scandali e mettere in cattiva luce il Vaticano, mostrando tutta la fragilità e la vulnerabilità dell’essere umano.

Visita la pagina di Tonache di sangue sul sito dell’editore Rusconi.

Agenzia Otago

Ordina Tonache di Sangue su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *